BELLINI FESTIVAL – Gran finale il 3 novembre a Catania con Sumi Jo e la Maratona Belliniana

Alle ore 17.30 a Palazzo Biscari il celebre soprano canterà “Casta Diva” per il Premio Bellini, poi alle 20 il Concerto conclusivo al Duomo

Il soprano Sumi Jo e il direttore d'orchestra Domenico Famà
Il soprano Sumi Jo e il direttore d'orchestra Domenico Famà

Grande attesa a Catania per la giornata del 3 Novembre 2022, quando la città dove Vincenzo Bellini nacque nel 1801 festeggerà il suo 221° compleanno con la “Maratona Belliniana”: un’intera giornata dedicata a Vincenzo Bellini, ideata da Enrico Castiglione tra proiezioni, incontri, concerti ed eventi che culminerà alle ore 17:30 a palazzo Biscari per il Concerto in onore del Premio Bellini Festival e alle ore 20:00 al Duomo di Catania, la Cattedrale di Sant’Agata, con il tradizionale Concerto Straordinario per il 221° anniversario della nascita di Vincenzo Bellini che il Festival Belliniano offre gratuitamente alla cittadinanza fin dal 2009.

Una maratona che quest’anno vedrà a Catania protagonista il celebre soprano sud coreano Sumi Jo, cantante tra le più apprezzate nel mondo proprio quale interprete belliniana nei maggiori teatri internazionali, indubbiamente personaggio popolarissimo non solo in Corea del Sud ma anche in tutto l’Oriente, dove il Bellini Festival, attraverso la sua sezione “Bellini International”, promuove l’universo belliniano fin dal 2013 grazie alla prima rappresentazione assoluta a Shenzhen della Norma, il capolavoro operistico per eccellenza di Vincenzo Bellini.

I momenti musicali della “Maratona Belliniana” di quest’anno saranno due, entrambi imperdibili: alle ore 17:30, nei principeschi saloni di Palazzo Biscari, il primo Concerto, intitolato “Belliniana”, che vedrà protagonista il pianista catanese Gianfranco Pappalardo Fiumara in un programma tutto dedicato a Bellini attraverso pagine di Wolfgang Amadeus Mozart, Ludwig van Beethoven, ma anche e soprattutto Fréderic Chopin, amico ed estimatore di Bellini, da cui trasse ispirazione, Sigismung Thalberg, che scrisse numerose variazioni sui temi e sulle melodie tratte dalle maggiori opere di Bellini, Franz Liszt, anch’egli ispirato da Bellini, e Francesco Paolo Frontini, altro compositore catanese ingiustamente dimenticato, in occasione del festival in corso. Un programma intenso, che vede il ritorno di Pappalardo Fiumara a Catania che così dichiara “sono felice ed onorato di poter suonare per il prestigioso Bellini Festival, un unicum nel panorama musicale non solo italiano”.

Sumi  JO
Immagine di Sumi Jo tratta dalla Gallery del sito ufficiale dell’artista

Il concerto rappresenta la prima occasione per ascoltare Sumi Jo interpretare Bellini a Catania: in tale occasione l’artista riceverà il prestigioso Premio Bellini, conferitole per la sua incredibile carriera “belliniana” e, accompagnata al pianoforte da Pappalardo Fiumara,  canterà per la gioia dei presenti “Casta Diva”, dalla Norma.

In tale ambito vi sarà l’opportunità di visitare due esposizioni in corso a Palazzo Biscari, la mostra “Sulle sacre pietre” dedicata alla Norma di Bellini messa in scena nel 2012 al Teatro Antico di Taormina, curata da Domenick Giliberto, e “Sfere di luce” del pittore e scultore Emanuele India, che sarà introdotta da Nicola Florenza, ispettore regionale dei Beni Culturali.

Alle ore 20:00 alla Cattedrale di Sant’Agata avrà luogo il secondo appuntamento musicale ovvero il tradizionale Concerto Straordinario per il 221° anniversario della nascita di Vincenzo Bellini, offerto a ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili, che vedrà Sumi Jo cantare accompagnata dal Coro Lirico Katàne istruito da Salvatore Signorello e dall’Orchestra Orfeo del Festival Belliniano diretta da Domenico Famà, giovane e promettente direttore catanese in ascesa. Il soprano eseguirà un repertorio ricchissimo che include, tra i brani, “Bist du bei mir” di Johann Sebastian Bach, l’“Ave Maria” di Schubert e l’“Ave Maria” di Caccini, il “Panis Angelicus” di César Franck (di cui quest’anno ricorrono i 200 anni dalla nascita), il “Pie Jesu” di Gabriel Fauré e di Bellini il “Tantum ergo”. Il coro e l’orchestra offriranno anche brani dal Gloria di Vivaldi, l’“Ave verum corpus” di Mozart, l’“Elegy for strings” di Elgar, e ancora l’”Aria” dalla Suite n. 3 di Bach.

Un concerto da non perdere, offerto gratuitamente a tutti gli amanti della musica e dell’opera dal Festival Belliniano, che conclude la XIV edizione del Bellini Festival diretto da Enrico Castiglione all’insegna della grande tradizione della musica sacra in omaggio al figlio più illustre di Catania, Vincenzo Bellini.

Infine, proprio in occasione del tradizionale Concerto al Duomo di Catania, le Poste italiane, in collaborazione con la Fondazione Festival Belliniano, hanno varato uno speciale annullo filatelico dedicato alla XIV edizione del Bellini Festival, già oggetto di ricerca dai collezionisti e dagli appassionati di filatelia non solo italiani. In via del tutto eccezionale, per tutto il pomeriggio del 3 novembre, le Poste Italiane posizioneranno una postazione speciale al Duomo per annullare gratuitamente con lo speciale timbro cartoline, francobolli, buste a tutti coloro che lo vorranno, fino alla fine del Concerto. Un’occasione in più per non poter mancare a questo atteso evento concertistico della Città di Catania e del Festival Belliniano, grazie alla pluriennale disponibilità e sensibilità della Diocesi di Catania.

L’annullo filatelico emesso in occasione del XIV Bellini Festival

Sumi Jo
Nata a Seul, in Sud Corea, è senz’altro una delle ultime grandi star dell’opera lirica internazionale, il cui “curriculum” ha attraversato la storia del secondo scorso, vincitrice del Grammy per La donna senz’ombra di Richard Strauss diretta da Georg Solti, passata alla storia per Un ballo in maschera diretto da Herbert von Karajan, ma anche attrice al cinema nel film Youth – La giovinezza di Paolo Sorrentino del 2015 in cui ha interpretato se stessa, in La nona porta di Roman Polanski del 1999, interprete del brano musicale Simple Song#3 di David Lang candidato all’Oscar come migliore canzone nel 2015.


BELLINI FESTIVAL 2022FESTIVAL BELLINIANO Quattrodicesima edizione

Fondazione Festival Belliniano
info@festivalbelliniano.org
Infoline: +39 06 90545957

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO