THE POPPERMOST – “Hits To Spare”, l’album di debutto

La missione individuale del polistrumentista di Glasgow Joe Kane con il genuino desiderio di creare una continuazione ideale, con la massima attenzione ai dettagli, delle prime atmosfere dei Fab Four

Con il genuino desiderio di creare una continuazione della prima atmosfera FABS, The Poppermost è la missione individuale del polistrumentista di Glasgow Joe Kane – la cui attenzione ai dettagli è impeccabile. La struttura e gli arrangiamenti, il modo di suonare, il sentimento sono tutti lì insieme alle battute, creando canzoni che soddisfano i desideri più intimi dei fan dei Fab Four.

The Poppermost trova Joe nel suo garage studio che suona tutto da solo. Utilizzando una vasta gamma di strumenti, microfoni e tecniche di registrazione, il tutto tenuto assieme da spazzatura analogica del seminterrato a buon mercato che si accumula fino al primissimo album di Poppermost, Hits To Spare.

Breve, dolce ed esattamente come li facevano una volta, Hits To Spare fa esattamente quello che dice sulla copertina. Prendendo il via con un entusiasta 1-2-3-4, la traccia di apertura Egg And Chips, con il suo solido passo indietro guidato dal Cavern Club e le ascendenti ah-ah-ah preparano la scena per ciò che segue. In poco più di mezz’ora, Hits To Spare racchiude una moltitudine di voci a doppia traccia, armonie in tre parti e seste finali maggiori che lasciano storditi.

All’interno di questi groove attentamente considerati ci sono rock a bizzeffe come Goodnight Georgia Peach e Laziest Fella In The Realm. Poi c’è la sibilante e squillante Ticket To Ride ispirata a Park And Ride accanto a ballate romantiche come Get It Down. Che si tratti del “tu volevi il mondo e io ti ho dato il mondo” in stile Lennon qui, una linea di basso legnosa alla McCartney lì, una moltitudine di otto centrali di George a 12 corde, con tutto tenuto in posizione da un perfetto controtempo compresso da Ringo, c’è una canzone per ogni occasione.

“In definitiva, questo album riguardava la creazione di un disco pop molto fresco, veloce e positivo, utilizzando l’estetica di registrazione e il suono della mia musica preferita”, afferma Kane, che attualmente sta mettendo insieme una versione live della band che sarà pronta per convincere la gente a contorcersi e urlare il prima possibile.

Con sede a Glasgow, in Scozia, Joe Kane rimane un uomo impegnato e ha un curriculum impegnato, avendo registrato sotto vari pseudonimi come Dr. Cosmos’ Tape Lab (You Are The Cosmos) e Radiophonic Tuckshop (Last Night From Glasgow) mentre lavorava con innumerevoli artisti tra cui il compianto, grande Neil Innes (The Rutles), Joey Molland (Badfinger), Alan White (Plastic Ono Band), BMX Bandits ed Ette. Può anche essere ascoltato dare il via al recente album tributo Ex Norwegian & Friends al cantautore di Liverpool Jimmy Campbell, Sing Jimmy Campbell con una fantastica interpretazione del suo classico brano dei Rockin’ Horse Yes It Is.

Questo ultimo progetto, The Poppermost, esiste per ricordarci un tempo in cui il mondo tremava al ritmo monofonico vertiginoso del Merseybeat, a un tempo di Dansettes e desert boots, quando R&B non significava Rhianna e Beyoncé e un MP3 era Harold Wilson e un paio dei suoi compagni di Westminster che si sono esibiti al razz lungo Carnaby Street.

The Poppermost – photo credit Mark Freegard

Stream the album QUIPre-order the album QUI 

The Poppermost online
Sito web | Instagram | Twitter | Facebook | Bandcamp

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO