ASIAN FILM FESTIVAL 2020 – “La terza moglie” di Ash Mayfair conquista Roma

La pellicola del registra vietnamita vince all’unanimità come miglior film la diciassettesima edizione della rassegna

Ash Mayfair_Miglior Film Asian Film Festival

Un film in costume, onirico ed evocativo di un mondo femminile fatto di regole durissime e senza pietà, ambientato nel Vietnam del XIX secolo. La vita di May è in bilico tra la speranza di cambiamento in una società patriarcale e i doveri domestici. Un’opera che incanta e commuove riuscendo a trascinare lo spettatore in un universo impalpabile e al tempo stesso spietato.

Mariko Tsutsui - A Girl Missing  - Miglior Attrice Asian Film Festival
Mariko Tsutsui – A Girl Missing – Miglior Attrice Asian Film Festival

La giuria ha decretato i vincitori delle altre categorie:

  • Miglior Regia – Ivan Markovic e Wu Linfeng (per From Tomorrow On I Will, Cina)
  • Miglior attrice – Mariko Tsutsui (in A Girl Missing, Giappone)
  • Miglior attore – Elijah Canlas (in Kalel 15, Filippine)
  • Film Più Originale – Nakorn-Sawan (di Puangsoi Aksornsawang, Thailandia)
The Third Wife di Ash Mayfair - Miglior Film  - Asian Film Festival
The Third Wife di Ash Mayfair – Miglior Film – Asian Film Festival

Con 27 anteprime, 8 film per festeggiare i 100 anni del cinema filippino, 3 cortometraggi e 10 paesi (Giappone, Corea del Sud, Cina, Filippine, Hong Kong, Taiwan, Indonesia, Malesia, Thailandia, Vietnam), l’Asian Film Festival,  diretto da Antonio Termenini, chiude con successo di pubblico e di critica l’appuntamento live e conferma il suo impegno a proporre il meglio del cinema di ricerca e indipendente asiatico, con una grande attenzione per gli esordi e i giovani registi della ricca sezione Newcomers.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO