PREMIO ABBIATI – Kirill Petrenko è il miglior direttore dell’anno

La critica musicale ha premiato il direttore russo per i concerti con il Coro e l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Roma, Auditorium Parco della Musica 04 04 2019 Stagione di Musica Sinfonica BEETHOVEN NONA SINFONIA Kirill Petrenko direttore Hanna-Elisabeth Müller soprano Okka von der Damerau contralto Benjamin Bruns tenore Hanno Müller-Brachmann basso Ciro Visco maestro del coro ©Musacchio, Ianniello & Pasqualini

Kirill Petrenko ha ottenuto il Premio della Critica Musicale “Franco Abbiati” come miglior direttore dell’anno per i suoi concerti con l’Orchestra e il Coro dell’Accademia di Santa Cecilia e con l’Orchestra della Rai di Torino.

L’Associazione Nazionale dei Critici Musicali italiani non ha avuto dubbi. Il direttore principale dei Berliner Philarmoniker, che ha da poco inciso con questi ultimi, la Sinfonia n. 6 di Čajkovskij, è stato premiato soprattutto per la sua magistrale direzione in occasione dei concerti romani.

La direzione della Sinfonia n. 9 di Beethoven, con le voci soliste del soprano Hanna- Elisabeth Müller, del contralto Okka von Damerau, del tenore Benjamin Bruns e del basso Hanno Müller-Brachmann, è stata, a dir poco, magistrale. Gli appuntamenti del 4, 5 e 6 aprile 2019 hanno visto una folta affluenza di pubblico e un tributo che a Santa Cecilia in tanti ancora ricordano.

Prima dello scorso anno, Kirill Petrenko aveva già diretto i complessi ceciliani: nel novembre 2010 il concerto aveva in programma la Sinfonia di Salmi di Stravinskij e la Sinfonia n. 7 “Leningrado” di Šostakovič mentre nel 2013 il direttore russo si è cimentato in un memorabile Oro del Reno in occasione del bicentenario della nascita di Richard Wagner.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO