KING CRIMSON – “Cat Food”, un’edizione speciale per il 50° anniversario

Il primo e unico singolo della band svincolato dalla pubblicazione di un album,viene riproposto come EP con due brani aggiuntivi, sia in CD che in vinile, e con la copertina originale curata da Peter Sinfield: ed entra subito al secondo posto nelle classifiche inglesi

la copertina dell'EP

Quando viene pubblicato il 13 marzo 1970, Cat Food è il primo singolo stand alone dei King Crimson, ovvero un singolo che non è legato all’uscita di nessun album della band.

I King Crimson, dopo il grandissimo e immediato successo di IN THE COURT OF THE CRIMSON KING, con l’abbandono di Ian McDonald e Mike Giles alla fine del tour negli Stati Uniti, agli inizi del 1970 sono di fatto rimasti in tre: Robert Fripp, Peter Sinfield e Greg Lake, già in partenza però per l’avventura ELP con Keith Emerson e Carl Palmer.

Foto con Fripp, Sinfield e Lake (DGM Archive)
Da sx a dx: Peter Sinfield, Robert Fripp, Greg Lake – 1970 (DGM)

Con una formazione temporanea che vede il ritorno di Peter Giles nelle vesti di bassista, Mike Giles alla batteria, Greg Lake alla voce, Robert Fripp alla chitarra e Keith Tippett al pianoforte, i King Crimson incidono dunque Cat Food e la mimano anche nel programma musicale inglese di maggior successo a quei tempi, Top Of The Pops.

Ironia della sorte, nel 1970 il singolo non entra neanche in classifica. Qualche mese più tardi Cat Food viene inserito, in una versione più lunga, nel secondo album dei King Crimson, IN THE WAKE OF POSEIDON.

Il 6 marzo 2020 la DGM ha pubblicato nuovamente Cat Food in formato EP sia in vinile che in CD. Il 13 marzo il brano è entrato nelle classifiche ufficiali inglesi al secondo posto sia nella Official Vinyl Singles Chart Top 40 sia nella Official Physical Singles Chart Top 100. Un successo incredibile, a 50 anni di distanza, che conferma l’attualità dell’inno anti-fast-food dei King Crimson, con liriche graffianti ed esplicite.

Lady Supermarket with an apple in her basket
Knocks on the manager’s door
Grooming to the muzak from a speaker in shoe rack
Lays out her goods on the floor
Everything she’s chosen is conveniently frozen
“Eat it and come back for more!”

La genesi del brano ha avuto qualche incidente diplomatico: come ricorda Sid Smith nella sua bio ufficiale “In The Court Of King Crimson – An Observation over Fifty Years” McDonald e Sinfield avevano lavorato per due giorni alla canzone a Detroit nel novembre 1969 mentre la band era in tour negli States. Per quanto ancora incompleta, viene comunque presentata al resto della band. Dopo la defezione di McDonald e Giles, Fripp torna a lavorare con Sinfield alla finalizzazione del brano che considera avere un testo davvero brillante e significativo. Ma inizialmente McDonald non viene inserito tra i crediti del brano e solo dopo una riunione con David Enthoven negli uffici della EG la questione viene risolta, accreditando la canzone a Fripp/Sinfield/McDonald.

La formazione temporanea dei King Crimson in Cat Food
La formazione temporanea dei King Crimson in Cat Food: da sx a dx, Peter Giles, Keith Tippett, Robert Fripp, Greg Lake, Michael Giles (DGM)

Il nuovo EP celebrativo del 50° anniversario del brano, oltre alla versione single di Cat Food contiene anche la B side originale del 45 giri: Groon, suonato soltanto da Giles, Giles & Fripp (un ritorno alle origini pre-Crimson) brano strumentale molto atipico – con chiare influenze del giovane John McLaughlin di EXTRAPOLATION – ripreso poi in una versione molto espansa e con un lungo assolo di batteria di Ian Wallace nel live EARTHBOUND (1972).

L’EP viene completato da una bellissima versione di Cat Food dal vivo a Toronto nel 2019, eseguita dall’ultima line up a sette elementi con un bel sax di Mel Collins in evidenza, e da un mix alternativo di David Singleton della versione di Cat Food dell’album IN THE WAKE OF POSEIDON già pubblicata all’interno della serie digitale KC50.

Informazioni e ordini dell’EP in CD e in vinile

CONDIVIDI
Articolo precedenteTREVOR RABIN - "Changes" disponibile dal 16 marzo 2020
Prossimo articoloPEPPINO D'AGOSTINO - “Connexion”, il suo primo CD dal 2014
Vice direttore di DT NEWS, Alessandro Staiti è nato a Roma dove si è laureato in Storia della Letteratura Italiana Moderna e Contemporanea e specializzato in Comunicazione e Organizzazione Istituzionale con tecnologie avanzate. Inizia nel 1976 come dj a «Onda Radio 101» una delle prime cinque radio libere romane. Giornalista pubblicista dal 1981, è stato collaboratore delle riviste musicali «Mucchio Selvaggio», «Chitarre», «Ciao 2001», «Music», «New Age Music & New Sounds», «Etnica & World Music», «Acid Jazz», caposervizio delle pagine «Cultura» e «Sesso e Salute» del quotidiano nazionale «Quigiovani», caporedattore della rivista «Esoterica» e autore di instant book su Sting, a-ha, e Peter Gabriel. Ha pubblicato i saggi «Robert Fripp & King Crimson» (Lato Side, 1982), il primo libro al mondo sul chitarrista inglese e sui King Crimson e «In The Court Of The Crimson King» (Arcana, 2016) la prima monografia in Italia sull'album d’esordio della band che ha cambiato la storia del rock. Collaboratore di «Classic Rock», «Chitarra Acustica», «La Stampa».

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO