ROCK – Greg Dulli, il primo album solista “Random Desire”

Il frontman degli Afghan Whigs ha annunciato le date del tour nord-americano che seguirà le date europee. Ascolta "A Ghost", il terzo singolo estratto dal nuovo album

Greg Dulli - Photo Credit: Maciek Jasik
Greg Dulli - Photo Credit: Maciek Jasik

Greg Dulli, frontman dei The Afghan Whigs e The Twilight Singers, condivide “A Ghost” il terzo singolo tratto dal suo primo album solista RANDOM DESIRE in uscita oggi su Royal Cream/BMG.

Dulli ha precedentemente condiviso “Pantomima” (con un video ispirato a All That Jazz diretto dal collaboratore di lunga data dei Whigs Philip Harder) e “It Falls Apart”.

RANDOM DESIRE è disponibile per il pre-ordine QUI.

Dulli ha annunciato le date del tour nord-americano che seguirà le date europee. Il tour partirà il 24 aprile 2020 da Minneapolis e si concluderà il 28 maggio 2020 a Los Angeles. Per maggiori informazioni, visita il sito web di Greg Dulli.

Greg Dulli ha iniziato a lavorare al nuovo album subito dopo aver pubblicato l’ultimo disco con i Whigs, IN SPADES del 2017, nominato da Pitchfork tra i migliori album rock dell’anno e descritto come “un lavoro duro e minaccioso di indie rock maestoso… elettrizzante e inquietante.” Il batterista Patrick Keeler stava per prendere un periodo sabbatico per registrare e partire in tour con i The Raconteurs. Il collaboratore di lunga data di Dulli, il bassista John Curley tornò a scuola e poi ci fu la tragica morte del chitarrista Dave Rosser.

In risposta Dulli torna alle sue radici, trovando ispirazione nei visionari Prince e Todd Rundgren. Il musicista di Hamilton, OH ma di base a Los Angeles, scrive quasi tutte le parti dell’album, dalle parti di piano ai riff di basso e batteria. Come sempre la musica è venuta prima mentre i testi sono stati aggiunti più tardi. L’album è stato scritto e registrato tra la sua casa di Silver Lake, il villaggio di Crestline sulle montagne sopra a San Bernardino, e New Orleans. Ma la maggior parte del disco è stata completata nella bellezza arida e nell’isolamento di Joshua Tree (nello studio di Christopher Thorne). Dulli suona quasi tutti gli strumenti ma nella tracklist del disco sono numerosi gli ospiti che hanno collaborato:  il chitarrista dei Whigs Jon Skibic, il polistrumentista Rick G. Nelson, Mathias Schneeberger (Twilight Singers), il mago della pedal steel, bassista e medico Dr. Stephen Patt, e il batterista Jon Theodore (Queens of the Stone AgeThe Mars Volta).

Con i suoi 37 minuti, RANDOM DESIRE è una sorta di clinica fondata da un veterano che opera all’apice del suo potere e offre la prova della sua saggezza stanca e combattuta, che ha conquistato con le vittorie e le sconfitte. Un documento lucido e sicuro di sé sull’esperienza, sui pericoli della vita e sulle nuove possibilità che si presentano davanti a noi. Un’altra morte e rinascita di un fuorilegge che ha visto tutto e in qualche modo è sopravvissuto per raccontarlo.

La copertina di Random Desire

RANDOM DESIRE Track listing:
01) Pantomima
02) Sempre
03) Marry Me
04) The Tide
05) Scorpio
06) It Falls Apart
07) A Ghost
08) Lockless
09) Black Moon
10) Slow Pan

Greg Dulli online
TwitterInstagramFacebookYouTubeListen

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO