ALBUM – “Transleit”, il nuovo disco delle EbbaneSis

Dall'acclamata "Bohemian Rhapsody" a "Attenti al lupo", Viviana Cangiano e Serena Pisa tornano con le loro brillanti rivisitazioni per voce e chitarra di classici rock, pop e swing, all'insegna della lingua napoletana

Copertina Transleit

TRANSLEIT è una raccolta di dieci traduzioni in napoletano fatte da noi, con l’obiettivo di valorizzare un dialetto già di per sé riconosciuto in tutto il mondo. Si può parlare infatti di una vera e propria lingua che ha dato vita a un prezioso repertorio musicale. Promuoverlo anche attraverso le traduzioni è una grande responsabilità per noi. E se lo facciamo è solo per il piacere di donare a quelle canzoni che amiamo un sapore partenopeo. È un esercizio che ci porta ad amare ancora di più la nostra città e la nostra cultura“.

EbbaneSis - Foto Lino Verdicchio
EbbaneSis – Foto Lino Verdicchio

Lingua, cultura, musica, Napoli e amore. Parole chiave appassionate e coinvolgenti, ancora una volta, per le Ebbanesis, il duo partenopeo che pubblica il nuovo album TRANSLEIT con SoundFly (Self distribuzione). Un appuntamento importante per la musica italiana, vista la popolarità mediatica che il duo ha raccolto senza trucchi e artifici, ma solo grazie alla preparazione, al brio, all’abilità nella rivisitazione di grandi classici napoletani e non. Dopo il successo del disco e spettacolo SERENVIVITY, TRANSLEIT le porta altrove: dal classico napoletano al grande rock, al pop, allo swing.

Un fenomeno web, ma con tanta sostanza musicale: nel giugno del 2007 nacque in rete il duo EbbaneSis, composto da Viviana Cangiano e Serena Pisa. Due voci e una chitarra, che cominciano ad apparire su Facebook con intriganti rivisitazioni di classici della canzone napoletana ma anche celebri pezzi rock cantati in dialetto: è il caso di “Carmela”, che ha superato le 400.000 visualizzazioni e soprattutto “Bohemian Rhapsody” dei Queen, che ne ha registrate oltre 2.000.000, diventando un autentico caso mediatico. La stessa pagina delle EbbaneSis è seguita da oltre 150.000 follower da ogni parte del mondo. Il segreto sta tutto nella capacità di Viviana e Serena di rivisitare tante canzoni unendo la promozione culturale della lingua napoletana a un approccio teatrale e passionale che le ha premiate non solo con numeri straordinari, ma anche con consensi inaspettati, ad esempio quello di Maurizio De Giovanni, che ha proposto al duo una rilettura di “Rundinella”.

 EbbaneSis - Foto Maria Chiara Albero
EbbaneSis – Foto Maria Chiara Albero

TRANSLEIT è nato in un luogo di musica magico, l’Auditorium Novecento di Napoli, uno degli studi di registrazione più antichi d’Europa, con un repertorio eccezionale: da “Bohemian Rhapsody” dei Queen a “Volevo un gatto nero”, da “Attenti al lupo” a “Billie Jean” di Michael Jackson, passando per “Michelle” dei Beatles e Nuovo Cinema Paradiso di Ennio Morricone. Sottolineano Viviana e Serena: “La scelta dei brani è avvenuta in taluni casi per gioco, in altri per puro fato, in altri per il significato del brano in sé, in altri ancora grazie ai nostri gusti musicali che si somigliano sempre di più. Ridurre tutto a due voci e una chitarra è per entrambe una sfida, come nel caso della nostra personale versione di Bohemian Rhapsody che, grazie al suo successo inaspettato, è stata un po’ il motore che ci ha spinto all’idea di voler incidere il disco. Nell’Auditorium Novecento è stata incisa la prima versione di Gatta cenerentola, ci sono passati personaggi come Sergio Bruni e Roberto Murolo. Una sensazione meravigliosa!“.

Dopo la presentazione dal vivo dello scorso venerdì 24 gennaio proprio all’Auditorium Novecento, le EbbaneSis proporranno il nuovo show “Transleit… e non solo“: “Sarà probabilmente un’evoluzione del precedente spettacolo, che non viene cancellato ma integrato al nuovo repertorio. SerenVivity resterà sempre con noi, in minima parte. Siamo legate molto ad alcuni brani di cui non possiamo fare a meno. Sperando di mettere in campo anche le nostre capacità attoriali con una nuova penna, nuovi personaggi, una regia, dei costumi e altro ancora. Un vero e proprio spettacolo“.

EbbaneSis
TRANSLEIT
(Soundfly | Self Distr.)
10 tracce | 27 minuti

EbbaneSis
FacebookInstagramYouTube

SoundFly

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO