LIVE – La prima edizione dello Scandinavian Prog Festival a Roma

Venerdì 23 e sabato 24 marzo 2018 al Defrag di Via delle Isole Curzolane le migliori band scandinave abbinate a tre gruppi italiani

I fiordi, i mari in tempesta e le aspre scogliere, ma anche le avventure fiabesche di creature magiche e le saghe dei popoli antichi ispirano il rock progressive scandinavo.

La prima edizione dello Scandinavian Prog Festival, al Defrag di Roma il 23 e 24 marzo 2018 abbina alle migliori band scandinave tre gruppi italiani.

Tornano finalmente a Roma i Wobbler, top prog band norvegese pluripremiata nel mondo per il loro nuovo CD FROM SILENCE TO SOMEWHERE, con uno spettacolo speciale in esclusiva per Roma in formazione estesa con flautista e violinista.

Wobbler
Wobbler

In Italia per la prima volta e con l’unica data italiana i Jordsjø, gruppo di Oslo paragonato agli Änglagård, con quattro album in tre anni, dal sound ricco ma misterioso, delicato ma rabbioso, come la natura nordica.

Jordsjø
Jordsjø

Sul palco con i gruppi nordici, le tre band vincitrici del contest scelte fra 22 partecipanti: feat.Esserelà (da Bologna, per la prima volta a Roma), Basta! (da Firenze, per la prima volta a Roma) e Perspectives of a Circle (romani, ma per la prima volta in una manifestazione così prestigiosa). I tre gruppi italiani competeranno per il premio finale, il Best Live Performance Award e il pubblico delle due serate deciderà il vincitore. Previsti anche per il pubblico premi come CD, biglietti e consumazioni.

Il video promozionale del Festival

QUI biglietti e abbonamenti

Prevendite
Transmission – Via dei Salentini 27
Ghost Records – Via Gentile da Mogliano 19
Defrag – Via delle Isole Curzolane 75
Email: info@wobblerinrome.it

Pagina Facebook – Pagina evento – Spot radio

CONDIVIDI
Articolo precedenteTEATRO DELL'OPERA DI ROMA - Dal 15 marzo va in scena il Trittico Kyliàn/Inger/Forsythe
Prossimo articoloVELA-EUROPA CUP LASER - Trecento velisti ad Ancona nel fine settimana di Pasqua
Vice direttore di DT NEWS, Alessandro Staiti è nato a Roma dove si è laureato in Storia della Letteratura Italiana Moderna e Contemporanea e specializzato in Comunicazione e Organizzazione Istituzionale con tecnologie avanzate. Inizia nel 1976 come dj a «Onda Radio 101» una delle prime cinque radio libere romane. Giornalista pubblicista dal 1981, è stato collaboratore delle riviste musicali «Mucchio Selvaggio», «Chitarre», «Ciao 2001», «Music», «New Age Music & New Sounds», «Etnica & World Music», «Acid Jazz», caposervizio delle pagine «Cultura» e «Sesso e Salute» del quotidiano nazionale «Quigiovani», caporedattore della rivista «Esoterica» e autore di instant book su Sting, a-ha, e Peter Gabriel. Ha pubblicato i saggi «Robert Fripp & King Crimson» (Lato Side, 1982), il primo libro al mondo sul chitarrista inglese e sui King Crimson e «In The Court Of The Crimson King» (Arcana, 2016) la prima monografia in Italia sull'album d’esordio della band che ha cambiato la storia del rock. Collaboratore di «Classic Rock», «Chitarra Acustica», «La Stampa».

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO