AVANT-GARDE – Platonick Dive: “UpsideDown”, nuovo remix del tema di STRANGER THINGS

Si rinnova il patto della band con le colonne sonore e le arti visive, considerando anche la fortunata rivisitazione del “Twin Peaks Theme” uscita la scorsa primavera.

Nell’ultimo anno i Platonick Dive, per la composizione e le registrazioni del nuovo album che vedrà la luce nel 2018 hanno esteso e ampliato il proprio sound utilizzando in modo massiccio sintetizzatori analogici e arpeggiatori derivati dai tipici suoni degli 80’s.

Ecco il motivo principale del nuovo remix ispirato alla ormai serie di culto “Stranger Things”, nato in studio quasi per gioco e poi divenuto realtà.

Ascoltalo qui

I livornesi Platonick Dive si sono formati nel 2007, ma il progetto di Gabriele Centelli e Marco Figliè è decollato quando Jonathan Nelli (ex batterista dei Rayo Hormiga) si è unito alla band e il gruppo si è mosso verso suoni più eleganti, raffinati e d’avanguardia. Hanno trascorso un intero anno in studio a comporre le nuove canzoni del loro primo album THERAPEUTIC PORTRAIT con laptop, sintetizzatori, tastiere, due chitarre sognanti e una batteria colossale, vera spina dorsale della band. Nel 2015 è stato pubblicato il secondo album del trio, OVERFLOW, segnato da chitarre rock, synth, campionature vocali e loop analogici.

Platonick Dive
Platonick Dive
CONDIVIDI
Articolo precedenteCALCIO - Atalanta-Lazio 3-3. Commento e pagelle biancocelesti
Prossimo articoloCALCIO - Lazio-Crotone 4-0. Commento e pagelle biancocelesti
Vice direttore di DT NEWS, Alessandro Staiti è nato a Roma dove si è laureato in Storia della Letteratura Italiana Moderna e Contemporanea e specializzato in Comunicazione e Organizzazione Istituzionale con tecnologie avanzate. Inizia nel 1976 come dj a «Onda Radio 101» una delle prime cinque radio libere romane. Giornalista pubblicista dal 1981, è stato collaboratore delle riviste musicali «Mucchio Selvaggio», «Chitarre», «Ciao 2001», «Music», «New Age Music & New Sounds», «Etnica & World Music», «Acid Jazz», caposervizio delle pagine «Cultura» e «Sesso e Salute» del quotidiano nazionale «Quigiovani», caporedattore della rivista «Esoterica» e autore di instant book su Sting, a-ha, e Peter Gabriel. Ha pubblicato i saggi «Robert Fripp & King Crimson» (Lato Side, 1982), il primo libro al mondo sul chitarrista inglese e sui King Crimson e «In The Court Of The Crimson King» (Arcana, 2016) la prima monografia in Italia sull'album d’esordio della band che ha cambiato la storia del rock. Collaboratore di «Classic Rock», «Chitarra Acustica», «La Stampa».

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO