BEATLESTORY – The Best Beatles Celebration 50th Anniversary

Il 4 novembre 2017 al Teatro delle Celebrazioni di Bologna torna in scena rinnovato lo show con Emanuele Angeletti (Paul McCartney) e Roberto Angelelli (George Harrison), reduci dalla fortunata esperienza con gli Apple Pies e dal successo internazionale dei musical inglesi LET IT BE e MACCA

Dopo le scene internazionali, BEATLESTORY – nell’anno del 50esimo anniversario di Magical Mystery Tour e Sgt. Pepper’s – torna sulle scene nella cornice del Teatro delle Celebrazioni di Bologna sabato 4 novembre 2017 con uno show ancora una volta rinnovato e con un cast stellare che vanta la presenza di Emanuele Angeletti (Paul McCartney) e Roberto Angelelli (George Harrison), reduci dalla fortuna esperienza con gli Apple Pies e dal successo mondiale dei Musical inglesi LET IT BE e MACCA in Asia, Gran Bretagna e Stati Uniti.

Con la partecipazione di Patrizio Angeletti (John Lennon) e in collaborazione con Menti Associate e Papik, BEATLESTORY si presenta a Bologna al grande pubblico come un’ulteriore evoluzione del progetto sui Fab4 definito dalla stampa “il più grande omaggio ai Beatles 50 anni dopo” (La Repubblica), “un ritratto fedele della band più influente della storia della musica” (Il Corriere della Sera).

In una nuova versione multimediale BEATLESTORY arriva per la prima volta al Teatro delle Celebrazioni con un concerto unico in cui ripercorrere la produzione dei Beatles letteralmente immergendosi negli anni che li videro cambiare la storia della musica.

BEATLESTORY è infatti un live show multimediale che attraverso un magico viaggio ripercorre l’intera storia dei Beatles dal ’62 al ’70, in un concerto con oltre 40 dei loro più grandi successi. Un concerto ricco di proiezioni, con una cura unica nei dettagli e nei costumi, negli arrangiamenti e nei trucchi, dedicato ad appassionati e non solo, che – attraverso la favola musicale più bella ed emozionante di sempre – catapulterà il pubblico indietro negli anni sessanta, quando una band di Liverpool rivoluzionò il mondo con le sue canzoni.

Partendo dalle strade di Liverpool, attraversando gli anni della Beatlemania fino ai grandi capolavori in studio, BEATLESTORY è un evento unico nel suo genere, con 2 ore intense di capolavori come: “She Loves You”, “I Want To Hold Your Hand”, “Twist And Shout”, “Yesterday”, “Sgt.Pepper’s Lonely Hearts Club Band”, “All You Need Is Love”, “Come Together”, “Let It Be”, “Hey Jude”.

Lo show è suddiviso in 5 set: BeatlemaniaShea StadiumSgt. PepperSummer of LoveAbbey Road. Ognuno di questi momenti rappresenta un diverso periodo che ha caratterizzato la storia dei Beatles.

Tutti i 5 set sono introdotti da filmati che immergono lo spettatore nel preciso momento storico, politico-sociale e ovviamente musicale che la band si accinge ad eseguire.
Con video d’epoca, costumi fedelmente riprodotti, strumenti vintage e un’incantevole scenografia, “BeatleStory” diventa così un ritratto fedele della band più influente della storia della musica, unendo la storia dei Fab Four alla storia di un’epoca.

Appuntamento al Teatro delle Celebrazioni di Bologna, sabato 4 novembre 2017. Ore 21:00. Biglietti: 27 – 33 euro

CONDIVIDI
Articolo precedenteCALCIO-UEL - Nizza-Lazio 1-3. Commento e pagelle biancocelesti
Prossimo articoloCALCIO - Lazio-Cagliari 3-0. Commento e pagelle biancocelesti
Vice direttore di DT NEWS, Alessandro Staiti è nato a Roma dove si è laureato in Storia della Letteratura Italiana Moderna e Contemporanea e specializzato in Comunicazione e Organizzazione Istituzionale con tecnologie avanzate. Inizia nel 1976 come dj a «Onda Radio 101» una delle prime cinque radio libere romane. Giornalista pubblicista dal 1981, è stato collaboratore delle riviste musicali «Mucchio Selvaggio», «Chitarre», «Ciao 2001», «Music», «New Age Music & New Sounds», «Etnica & World Music», «Acid Jazz», caposervizio delle pagine «Cultura» e «Sesso e Salute» del quotidiano nazionale «Quigiovani», caporedattore della rivista «Esoterica» e autore di instant book su Sting, a-ha, e Peter Gabriel. Ha pubblicato i saggi «Robert Fripp & King Crimson» (Lato Side, 1982), il primo libro al mondo sul chitarrista inglese e sui King Crimson e «In The Court Of The Crimson King» (Arcana, 2016) la prima monografia in Italia sull'album d’esordio della band che ha cambiato la storia del rock. Collaboratore di «Classic Rock», «Chitarra Acustica», «La Stampa».

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO