VISTI PER VOI – Fortunata

Jasmine Trinca ha ricevuto il 27 maggio a Cannes, nella sezione "Un Certain Regard" il premio come Miglior Attrice per l'interpretazione nel film Fortunata di Sergio Castellitto, uscito nelle sale il 20 maggio

Un film dedicato a tutte le donne ferite, che non smettono di lottare per la loro dignità e per i loro sogni. Madri e figlie, a volte disperate, ma sempre pronte a guardarsi dentro. E agli uomini insensibili, fragili e violenti che incontrano sulla loro strada, incapaci di una relazione ma solo di qualche sorso di felicità, prima di tornare alle solite ipocrisie quotidiane.

Questo e molto altro è Fortunata, il film di Sergio Castellitto, scritto da Margaret Mazzantini. Una storia, ambientata nella periferia romana, a cui Jasmine Trinca regala intensità e occhi che svelano l’indicibile. Racconta la fatica di vivere di una giovane donna, che cresce da sola la figlia e combatte contro un partner violento. Si aggrappa al lavoro e al sogno di un negozio da parrucchiera, per smettere di correre di casa in casa, con un trolley pieno di spazzole e phon.

Gli uomini che incontra Fortunata sono violenti, come il suo ex, che usa sesso e pistola come un’arma di sopraffazione ma anche fragili e sensibili come il suo amico Chicano o inaffidabili, come lo psicologo che non sa far crescere il sentimento che prova per lei, dopo qualche giorno di passione.

Indimenticabile il personaggio della madre di Chicano, interpretato da Hanna Schygulla, una vecchia attrice divorata dall’Alzheimer e ferma in una dimensione irreale. Bello anche il personaggio di Chicano, che sottolinea l’importanza dell’amicizia per sopravvivere a un passato doloroso.

Fortunata è un viaggio nella vita quotidiana degli “ultimi”, nella disperazione di una periferia romana in cui si vive a fatica, trovando un po’ di leggerezza con le amiche e in quel sogno che finirà in un soffio, come una puntata sbagliata al Casinò.

Un inno alla forza delle donne che sbagliano, cadono ma si rialzano sempre, innamorate del futuro, anche quando il presente è fatto di precarietà e l’amore sembra poco più che una fiammata. Fortunata è un film che indica a uomini e donne il bisogno di scegliere strade nuove. Le donne le stanno già percorrendo.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO