SINGLE – Il nuovo hit di Vincenzo Capua: Balla Mio Amore

Il suo precedente singolo "Felice" è arrivato alla posizione numero 9 dei brani top su iTunes

Si intitola “Balla mio amore” il nuovo singolo del cantautore romano Vincenzo Capua, estratto dall’album di prossima pubblicazione, con la produzione artistica di Massimo Idà.

Vincenzo è stato finalista al Festival di Castrocaro nel 2011 e per due anni ospite musicale fisso all’Edicola Fiore di Fiorello.

Capua anche nel 2016, e per il terzo anno consecutivo, era tra i cantanti protagonisti del Capodanno di Rai 1 “L’anno che verrà “. La sua canzone “E ci sei tu” è stata inserita nella Hit Mania Estate 2014. Da quattro anni fa parte della Nazionale Italiana Cantanti.

Vincenzo ha alle spalle una grande esperienza live, un personal tour e come Open Act ha suonato sul palco di Fabrizio Moro, Niccolò Fabi, Povia, e molti altri e negli anni ha costruito una grande fan base.

Da sempre lavora con il produttore Massimo Idà e della canzone “Balla mio amore dice”: «È una canzone piena di positività e di voglia di vivere. L’ho scritta pensando all’estate e alla voglia di ballare e divertirsi. Il senso intrinseco è quello di cogliere l’attimo, non lasciarsi sfuggire l’occasione giusta, e godersi ogni momento della vita, senza prendersi troppo sul serio. Spero che possa identificarsi con tanti ragazzi che affrontano la vita con il giusto mix di maturità e leggerezza allo stesso tempo».

CONDIVIDI
Articolo precedenteAPPUNTAMENTI - La ballerina Ekaterina Oleynik danza per la prima volta in Italia
Prossimo articoloCALCIO - Atalanta-Lazio 3-4. Commento e pagelle biancocelesti
Vice direttore di DT NEWS, Alessandro Staiti è nato a Roma dove si è laureato in Storia della Letteratura Italiana Moderna e Contemporanea e specializzato in Comunicazione e Organizzazione Istituzionale con tecnologie avanzate. Inizia nel 1976 come dj a «Onda Radio 101» una delle prime cinque radio libere romane. Giornalista pubblicista dal 1981, è stato collaboratore delle riviste musicali «Mucchio Selvaggio», «Chitarre», «Ciao 2001», «Music», «New Age Music & New Sounds», «Etnica & World Music», «Acid Jazz», caposervizio delle pagine «Cultura» e «Sesso e Salute» del quotidiano nazionale «Quigiovani», caporedattore della rivista «Esoterica» e autore di instant book su Sting, a-ha, e Peter Gabriel. Ha pubblicato i saggi «Robert Fripp & King Crimson» (Lato Side, 1982), il primo libro al mondo sul chitarrista inglese e sui King Crimson e «In The Court Of The Crimson King» (Arcana, 2016) la prima monografia in Italia sull'album d’esordio della band che ha cambiato la storia del rock. Collaboratore di «Classic Rock», «Chitarra Acustica», «La Stampa».

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO