LIVE – DSL: da Legend a Legacy

I Dire Straits Legacy vedono riuniti per la prima volta sul palco Phil Palmer, Alan Clark, Mel Collins, Danny Cummings, Steve Ferrone, John Giblin, Marco Caviglia e Primiano Di Biase. Due unici appuntamenti in Italia: il 4 febbraio 2016 a Roma all'Atlantico e il 7 a Milano al Fabrique

Dopo lo strepitoso successo che ha registrato il sold out nelle principali città italiane, i DSL tornano con un nuovo e attesissimo Tour internazionale 2016 che partirà da maggio 2016; una speciale anteprima del tour la vedremo con due unici appuntamenti in Italia dove la prima tappa sarà il 4 febbraio 2016 a Roma all’Atlantico Live (ore 21.00) e quindi il 7 febbraio a Milano al Fabrique (ore 21.00).

Il concept show è prodotto e distribuito da We4Show – A New Concept 4 The Show, società eventi di Milano, in coproduzione con Menti Associate per l’evento romano. Per il tour 2016 fa il suo ingresso nella formazione Alan Clark storico tastierista che è entrato a far parte dei Dire Straits nel 1980 e da lì presente per tutta la vita del gruppo, che ha risposto con entusiasmo alla chiamata di Phil Palmer. Parteciperà al tour 2016 anche Steve Ferrone, uno dei batteristi più quotati al mondo (Eric Clapton, Paul Simon, David Bowie, Duran Duran sono solo alcune delle sue collaborazioni).

Sul palco insieme ad Alan Clark e Steve Ferrone ci saranno Phil Palmer (chitarre e Musical Director), il percussionista Danny Cummings, entrambi presenti nell’On Every Street Tour ’91-’92 dei Dire Straits, Mel Collins, sassofonista dei King Crimson e coprotagonista dei concerti targati Dire Straits dell’83, e lo straordinario John Giblin al basso. Due sono gli italiani, il cantante e chitarrista Marco Caviglia e il tastierista Primiano Di Biase.

I DSL ricompaiono sulle scene con una nuova veste: dalla versione Legend a quella Legacy. Il termine Legacy evidenzia ancora una volta la volontà della concept band, come amano definirsi gli stessi musicisti, di celebrare quell’eredità musicale con il passato che li ha visti al fianco dei leggendari Dire Straits. I Dire Straits Legacy sono un progetto in continua evoluzione, lontani dal cliché della reunion o della tribute band, mantenendo viva nei loro concerti la memoria di sonorità storiche e di brani unici e indimenticabili come: “Romeo And Juliet”, “Sultans Of Swing”, “Money For Nothing”, “Tunnel Of Love”, “Walk Of life” e anche brani più di nicchia come “When It Cames To You”, “You and Your Friend”, “On Every Street”, dal primo disco Wild West End e tanti altri successi.

Per le date di Roma e Milano saranno realizzati due speciali pacchetti; a Roma sarà possibile acquistare il Meet & Greet per poter incontrare queste leggende del rock dopo il concerto; mentre per Milano – grazie alla consolidata partnership con Terraferma – è stata realizzata una speciale Vip Lounge dalla quale si potrà assistere al concerto in un comfort assolutamente esclusivo con light buffet e incontrare la Band dopo il concerto.

Dire Straits Legacy Tour 2016
Roma 4 febbraio 2016 ore 21
Atlantico Live – Viale dell’Oceano Atlantico, 271d, 00144
Tel. 06 591 5727

Milano 7 febbraio 2016 ore 21
Fabrique – Via Gaudenzio Fantoli, 9, 20138
Tel. 02 5801 8197

Per biglietti e Meet & Greet: ticketone.it
Aggiornamenti e informazioni: Dire Straits Legacy

CONDIVIDI
Articolo precedentePHOTOGALLERY - Incontro tra il premier Renzi e il Presidente dell'Iran Rohani
Prossimo articoloPAPA FRANCESCO - Udienza generale in piazza San Pietro (27 gennaio 2016)
Vice direttore di DT NEWS, Alessandro Staiti è nato a Roma dove si è laureato in Storia della Letteratura Italiana Moderna e Contemporanea e specializzato in Comunicazione e Organizzazione Istituzionale con tecnologie avanzate. Inizia nel 1976 come dj a «Onda Radio 101» una delle prime cinque radio libere romane. Giornalista pubblicista dal 1981, è stato collaboratore delle riviste musicali «Mucchio Selvaggio», «Chitarre», «Ciao 2001», «Music», «New Age Music & New Sounds», «Etnica & World Music», «Acid Jazz», caposervizio delle pagine «Cultura» e «Sesso e Salute» del quotidiano nazionale «Quigiovani», caporedattore della rivista «Esoterica» e autore di instant book su Sting, a-ha, e Peter Gabriel. Ha pubblicato i saggi «Robert Fripp & King Crimson» (Lato Side, 1982), il primo libro al mondo sul chitarrista inglese e sui King Crimson e «In The Court Of The Crimson King» (Arcana, 2016) la prima monografia in Italia sull'album d’esordio della band che ha cambiato la storia del rock. Collaboratore di «Classic Rock», «Chitarra Acustica», «La Stampa».

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO